Sesto. Uniti ad Amatrice … con un concerto per la ricostruzione

 

chiesa di Amatrice prima   Amatrice chiesa distrutta

Sabato 1 ottobre alle ore 21 il Coro Alpino Sestese, in collaborazione con la Carrozzeria Montuori, organizza alla Marna di Sesto Calende un concerto per la raccolta di fondi da destinare alla Pro Loco di Amatrice. Saranno presenti sul palco del Circolo Sestese ben tre formazioni vocali della provincia di Varese. Cinquanta coristi, insieme alla formazione fondata da Celestino Zonca, daranno vita allo spettacolo benefico. Tutto quanto verrà raccolto sarà destinato a un referente della Pro Loco di Amatrice la sera stessa. Chiediamo a Luca Boni, direttore del coro, come è nata questa iniziativa.

Cosa ha spinto il Coro a organizzare questa serata?
Il Coro nella sua mission, e nello spirito dettato dal Fondatore, ha sempre avuto una particolare attenzione a chi si trova in difficoltà o si trova a causa di eventi catastrofici in una situazione di emergenza. Il Coro non è nuovo all’aiuto verso catastrofi causate dal terremoto: infatti nel ‘76 il coro fu presente a Tresaghis per l’orcolat friulano, e negli anni scorsi si è speso per il terremoto in Abruzzo; oggi purtroppo abbiamo assistito a un’altra tragedia che ci chiama ad essere attivi per quanto possibile.
Una scelta dichiarata dall’inizio e stampata sui manifesti: “ i soldi saranno consegnati la sera stessa a un referente della Pro Loco di Amatrice” – come mai questa scelta?
Sono due i motivi che ci hanno spinti a seguire questa strada. Troppo spesso si sente dire che le donazioni rischiano di non essere convogliate in progetti e/o finalità di cui si abbia riscontro. Ciò porta chi effettua le donazioni ad essere restio e a dubitare della reale riuscita della buona azione. In questo caso consegneremo brevi mano tutto quanto raccolto e chi donerà avrà modo di vedere e partecipare effettivamente alla consegna. La scelta di un referente della Pro Loco è avvenuta in quanto abbiamo chiesto che i fondi vengano utilizzati per organizzare uno o più eventi che possano far rivivere agli abitanti di Amatrice un momento di spensieratezza e di normalità.
Non vi sembra strano che in una situazione del genere, catastrofica, un evento possa essere un’esigenza?
In effetti potrebbe apparire strano, addirittura inopportuno, ma abbiamo raccolto proprio quest’anno in Friuli (in occasione del 40° anniversario del Terremoto a cui il Coro Alpino Sestese è ststo invitato n.d.r.) parecchie testimonianze che ci hanno portati a conoscenza che uno degli elementi che dava la forza di continuare era proprio il sentirsi comunità: cercare di vivere, sebbene in una situazione disagiata e anormale, nella normalità. I concerti, i momenti di incontro, gli eventi, l’essere insieme e avere momenti di spensieratezza li aiutò parecchio! Ecco perché abbiamo chiesto proprio alla Pro Loco di destinare i nostri fondi verso questo obiettivo.

La generosità dei cittadini sestesi si è sempre potuta riscontrare ogni qualvolta che gli si proponga qualcosa di sensato e di necessario, dimostrazione può essere anche la disponibilità comprovata nella raccolta materiale effettuata proprio nei giorni successivi al dramma. Siamo convinti altresì che non solo i cittadini sestesi ne prenderanno parte bensì anche persone dei paesi limitrofi. Non abbiamo aspettative numeriche, ciò che raccoglieremo doneremo, speriamo possa essere una cospicua cifra . Abbiamo anche chiesto ai cori che parteciperanno di poter replicare gli eventi nei loro paesi di provenienza e mantenere un “fil rouge” con la Pro Loco di Amatrice al fine di poter dare conto a chi darà il proprio aiuto, di come vengano utilizzati i fondi.

0 votes
on
Tags: , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi