Nel Medio Verbano la promozione turistica inizia al mese di Agosto

Editoriale

Oggi sfogliando i nostri giornali locali ho appreso dalla Provincia, che a Laveno viene riaperto dopo due anni di chiusura l’IAT con annesso info point de La Strada dei Sapori. La prima espressione che mi viene in mente è “Finalmente!”, ma poi pensi fai due valutazione e scopri. Il Sindaco di Laveno Monbello dichiara che questa apertura non ha nessun onere per il comune, in quanto concesso in comodato d’uso gratuito. Spero solo che le utenze siano a carico della strada dei sapori, altrimenti l’onere c’è ed è a carico dei cittadini, anche su al Quicchio dalla convenzione si apprendeva che le spese erano a carico della provincia, non so se ultimamente è cambiato qualcosa. Sempre nello stesso articolo, si apprende che alle cascine del Quicchio si può anche soggiornare, spero solo che i primi clienti siano giardinieri volontari, che in cambio del soggiorno tengano un po’ di manutenzione all’intera area circostante, che ad oggi versa in uno stato pietoso dando una visione reale della reale  “Accoglienza”. La politica oggi si è impoverita, se queste sono le risposte allo sviluppo del turismo nel medio verbano, in queste zone il turismo sarà solo un sogno. Sicuramente moltissima gente ricorda l’accoglienza e il servizio reso dai ragazzi del CFP su alle cascine del Quicchio, del resto quando un amministratore locale dichiara che “non c’è nessun onere per l’ente”, i cittadini ha già pagato a caro prezzo. Mi permetto di dare un consiglio ai Sindaci del Medio Verbano, andate a fare un soggiorno a spese vostre naturalmente, o in Trentino, Rimini, Toscana e Umbria, e chiedete come si fa la promozione turistica, perché concedere in comodato gratuito non vuol dire fare promozione turistica, la promozione è ben altra cosa, questi sono solo slogan.

0 votes
on
Subscribe to Comments RSS Feed in this post

2 Responses

  1. Mi vedo costretta, mio malgrado, a commentare questo articolo.
    Innanzitutto il titolo. Caro Claudio Ferretti, nel medio Verbano la promozione turistica NON inizia il mese di agosto! L’ufficio di Laveno è operativo dal 1 luglio e la promozione turistica è iniziata ben prima (già dai primi mesi dell’anno) con i contatti e tutte le procedure, burocratiche e non, per riaprire lo IAT. Quella di sabato è stata solo l’inaugurazione ufficiale,per altro aperta a tutti.

    In secondo luogo: sì, le utenze sono a carico della Strada dei Sapori, uno dei pochi (se non unici) enti che si siano dati da fare fattivamente per offrire questo servizio: Quindi, tranquillo, nessun onere per i cittadini!
    Sì, su nal Quicchio è cambiato molto: la Provincia non da’ un euro per l’ufficio turistico. Ci ha investito di suo la nuova amministrazione. Appena eletta la consigliera con delega al turismo è andata ad aprire personalmente l’ufficio e nel giro di pochissimo tempo ha fatto tutto ciò che in precedenza era stato precedentemente richiesto (insegna, orari, dotazioni tecniche, materiale, etc etc) per più di un anno.
    Anche in questo caso, forse, prima di scrivere bisognerebbe bene informarsi.
    Condivido che la politica si è impoverita, ma non condivido la critica fine a se stessa, per altro senza che si conosca come realmente stanno le cose. Caro Claudio, passa una giornata o solo qualche ora allo IAT di Laveno o di Leggiuno e poi parliamo insieme di “accoglienza” …
    Condivido anche l’opinione che i ragazzi del CFP offrivano un grande servizio e una calorosa accoglienza, ma non credere che questa fosse a costo zero per i cittadini…forse anche in questo caso bisognerebbe andare più a fondo…
    Infine, neanche a farlo a posta, hai citato luoghi in cui la sottoscritta ha lavorato e ti posso assicurare che non è tutto oro ciò che luccica.
    In conclusione auspico proposte e suggerimenti concreti, piuttosto che critiche aprioristiche verso chi si impegna con professionalità, passione; onestà e sacrificio a fare qualcosa, sicuramente perfettibile.
    Un cordiale saluto

    Maria Grazia dello ioio

  2. Chiedo scusa a Claudio Ferretti: ero convinta che l’articolo fosse il suo!

    I contenuti, però, rimangono invariati.

    Un cordiale saluto

    Maria Grazia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi