L’uomo che non sono di Cristina Bellon

Il libro sarà presentato giovedì 16 febbraio a Inarzo, nell’ambito della rassegna di incontri con l’autore organizzata dalla biblioteca

LA TRAMA DEL LIBRO

Il protagonista del nuovo libro di Cristina Bellon è Giovanni Tosi, quarantacinque anni, una vita da travet con gli amici al bar, un’ex moglie da mantenere, uno schnauzer nero gigante e una datrice di lavoro ossessionata dal controllo. Una quotidianità priva di emozioni quella di Giovanni, che dopo il divorzio si ritrova a vivere nel paese della campagna lombarda in cui è nato. Poco eccitante, anche se con una sua confortante monotonia. Poi, un giorno, avviene un fatto tragico. Beppe, il migliore amico di sempre, muore e Giò, stordito dal dolore, si scopre terrorizzato dalla prospettiva di troppi rimpianti. È l’inizio della metamorfosi: se la vita ti manda un segnale, sta a te coglierlo. Il cambiamento comincia dall’aspetto: ritrovare la forma fisica e rivoluzionare il guardaroba è certamente il primo passo per mostrarsi al mondo in modo diverso. Poi, un calcio alla tranquillità e si apre la caccia alle emozioni forti, ai guadagni facili, alle trasgressioni. Sì, forse alcune esperienze portano con sé una dose di rischio, ma anche la possibilità di toccare il cielo. Basta non farsi troppe domande. Dall’hinterland agricolo cristallizzato sotto la brina, il pericoloso apprendistato di Giò lo trascinerà, tappa dopo tappa, in un viaggio di perdizione. Fino all’inevitabile e drammatica resa dei conti in una città del Caucaso misteriosa e violenta, per scoprire che in quel nuovo cielo non si può volare.

L’AUTRICE
Classe 1968, è di Somma Lombardo. È opinionista per il settimanale di cultura e politica Arcipelago Milano, nel quale cura la sezione di critica letteraria. Collabora con diversi giornali e riviste, come La Stampa, Panorama, Donna Moderna e Starbene. È curatrice anche di festival e mostre, di cui cura i contenuti scientifici ed educativi.

BIBLIOGRAFIA
Cristina Bellon si conferma una delle scrittrici più versatili, capace di passare con volteggi da esperto acrobata dagli abissi cosmici al suolo terrestre. Un’autrice che usa le parole per portarci all’interno dell’animo umano.
Diversi libri all’attivo: esordisce con un libro di divulgazione scientifica per ragazzi, intitolato Il futuro spiegato ai ragazzi (2012), anche tradotto in spagnolo.
Nel 2014 esce L’ora breve (Gruppo B Editore): un thriller fantascientifico in cui l’autrice porta avanti il suo interesse per le scienze.
È anche autrice di racconti gialli di ambientazione locale: il primo, Il giorno del persico, è pubblicato nell’antologia “Delitti di lago” (2015). Il prigioniero dell’Ade fa parte di una seconda raccolta: “Nuovi delitti di lago” (2016).
È stata finalista nel concorso letterario GialloStresa 2014.

2 votes
on
Tags: , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Solve : *
14 + 1 =


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi