Leggiuno, si sta studiando il piano di sicurezza per le lucine.

Il team che fa capo a Lino Betti il geniale inventore delle migliaia lucine a led a basso consumo, che illumineranno tutta la zona dell’oratorio e la chiesa, oltre alla stupenda coreografia del presepio con i figuranti realizzati ad altezza naturale e costruiti con una speciale tecnica durante il periodo tutto il periodo natalizio è già al lavoro. Addirittura i volontari addetti ai lavori affermano per questa edizione sarà ancora più suggestiva e studiata e realizzate stile. Questo evento negli anni scorsi ha portato in paese migliaia di visitatori provenienti da tutta Italia. Questa manifestazione è stata ripresa due anni addietro dalle telecamere di Rai due e trasmessa nel programma ‘Fatti vostri’, dove è stato anche ospite l’ideatore Betti creando una pubblicità incredibile. L’anno scorso tutto è stato sospeso per motivi legati alla viabilità, ma quest’anno commenta il sindaco Giovanni Parmigiani grande sostenitore di questa iniziativa faremo tutto il possibile per dar vita alla grande a questa straordinaria scenografia natalizia “ Stiamo studiando un piano di sicurezza in quando nella precedente edizione, in alcune serate erano presenti più di cinquemila persone. Perciò capite bene che dopo le giuste normative di sicurezza dopo quanto è successo a Torino , dobbiamo attenerci ad alcune regole redatte da un decreto governativo. Certo non è per nulla facile recepire il tutto, in quanto ogni giorno arrivano circolari nuove con diverse modalità da applicare . Con l’amministrazione abbiamo già fatto dei tavoli con protezione civile, comando di vigili del medio Verbano, ed esperti della sicurezza per trovare soluzione sui parcheggi, eventuali vie di fuga previste per legge, piano viabilità, percorsi per mezzi di soccorso. Abbiamo già fatto passi avanti veramente stiamo cercare di risolvere tutto in breve tempo ma sempre seguendo le normative, questo è un evento unico che ha fatto conoscere Leggiuno in tutta Italia e noi come Comune faremo di tutto per realizzarlo “
Claudio Ferretti

0 votes
on

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi