Leggiuno Progetto turistico

Dal 31 marzo , il Comune di Leggiuno con D.G. numero 45 ha aderito al progetto “ Visit Verbano”: promosso dalla locale Pro Loco , in collaborazione con l’ Associazione Culturale “ Le Rupi”. Questa iniziativa nasceva quattro anni fa con lo scopo di valorizzare e promuovere il territorio mediante il portale web www.visitverbano.it. L’obiettivo sin da subito è stato quello di attrarre più turisti possibili, ed ora in collaborazione con l’amministrazione comunale si sta lavorando in sinergia cercando di fornire ai turisti un pacchetto completo di tutte quelle zone bellissime da vedere ed apprezzare. Chiaramente questo ambizioso progetto è esteso a tutte le associazioni o enti che vogliono partecipare. Questa settimana l’attento giornalista del quotidiano ”La Provincia di Varese “ Matteo Fontana ha già ampliamente illustrato tutte le varie modalità. Ma Il giornale on line “ IL Quicchio” voleva cogliere un parere dal Consigliere delegato al Turismo Manola Cargnin

Dottoressa Cargnin cosa del pensa del progetto?

Oggi il nuovo ruolo degli enti locali e amministratori pubblici è quello di rendersi protagonisti attivi nella promozione di un modello di sviluppo turistico in grado di stimolare gli imprenditori privati a intraprendere azioni di marketing interno ed esterno, per questo motivo abbiamo ritenuto di collaborare con la Pro Loco locale e l’Associazione Le Rupi, inserendo il logo del Comune nel sito già attivo “Visit Verbano ” collaborando con le due associazioni così da contribuire al miglioramento promozionale del nostro territorio.

Con questa iniziativa quali vantaggi può avere Leggiuno?

A differenza di altri abbiamo zone bellissime. Però nel campo turistico il prodotto senza comunicazione non esiste. Il “sito Visit Verbano” a cui stiamo lavorando per renderlo accattivante agli occhi dell’utente, è l’inizio per coinvolgere e sensibilizzare operatori privati e pubblici anche dei territori limitrofi. Non più competitività tra imprese interessate, ma collaborazione per valorizzare i punti di forza del territorio. Attraverso il portale, il turista raccoglie le informazioni necessarie per organizzare una gita o passare qualche giornata sul lago.

Santa Caterina è sempre la meta più gettonata’?

Certamente nei giorni scorsi tra festività e ponti sono transitate parecchie persone. Molti Italiani provenienti da diverse province, ma si è avuto un maggior passaggio di tedeschi, francesi, olandesi, e svizzeri per la classica gita di Pasquetta. Abbiamo notato un incremento anche di visitatori russi.

Leggiuno però non è solo Santa Caterina, cosa mettete sul piatto ai turisti?

La chiesa di SS Primo e Feliciano, uno dei luoghi di culto più antichi, sempre a Leggiuno si possono vedere ruderi di una casa patrizia, un edificio e una fontana di origini medioevali, Un lavatoio costruito nel 1913, la bellissima chiesa di Santo Stefano e la Cappella degli Angeli realizzata da Amedeo Brogli ( allievo di Guttuso), fatta realizzare dal Parroco Don Walter Brambilla.

Oltre a visitare i monumenti artistici, ci sono luoghi per fare camminate ?

Si, In collaborazione con Agenda 21 laghi, vi è un percorso denominato ” le vie verdi del laghi”, lungo 18 km. Questo sentiero è adatto a mtb, cavalli e al trekking e al Nordic Working.

I Comuni sono sempre con il cappello in mano a chiedere soldi, il Sindaco ha compreso che il turismo potrebbe essere fonte di ricchezza?

Non sono il Sindaco è d’accordo che il turismo porta ricchezza, ma anche noi amministratori. Il nostro compito sarà quello di promuovere il territorio.

Ma sarà anche dovere dei privati ( ristoratori, commercianti, albergatori) adoperarsi per far e in modo che il turismo diventi in questi tempi ossigeno per l’occcupazione

Claudio Ferretti

0 votes
on

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi