KAYAKERS VARESINI A RIO. PRONTI PER LE OLIMPIADI

I kayakers varesini Mario Crenna e Giulio Dressino sono a Rio, pronti ad affrontare le prove delle Olimpiadi. Ecco l’intervista al tecnico sestese Davide Aliprandi sui due atleti di casa nostra.

CHI E’ ALIPRANDI?
Classe 1975, di professione geometra, Aliprandi si divide tra lavoro, casa (assai poco) e canoa. Un’esperienza da atleta di livello, conclusa nel 2006 con l’ultima medaglia ai Campionati Italiani e poi i corsi federali come tecnico. Quattro anni fa, dopo i risultati con atleti sestesi in Coppa del mondo, viene chiamato come collaboratore tecnico della Nazionale Maratona, che lo impegna in occasione di Europei e Mondiali, raduni compresi. Lavorando spalla a spalla col Direttore Tecnico del Circolo Sestese Canoa Kayak Andrea Baglioni, ha seguito Mauro Crenna e Giulio Dressino fin dal loro esordio nell’ agonismo, a quindici anni.

Che cosa pensa oggi dei due atleti? Immaginava per loro un futuro sportivo così roseo e ad alti livelli?
Da molto giovani era difficile capire, sebbene Mauro avesse già una struttura fisica promettente” racconta l’allenatore che per dieci lunghi anni li ha preparati. “Col trascorrere del tempo abbiamo intuito, grazie al lavoro svolto e ai risultati riportati, che c’erano potenzialità forti da parte di entrambi. Ma un’Olimpiade resta sempre il sogno più difficile da conseguire.
Che atleti sono Crenna e Dressino?
Crenna (oggi ventiquattrenne, già oro in coppa del mondo a Racice, tesserato con il Circolo Sestese Canoa Kayak) è completo. Può fare qualsiasi distanza in gara. È un velocista con ottime risorse per il lungo. Infatti quest’anno ha vinto anche un titolo italiano di Fondo 5000 metri. Usa molto bene quello che Madre Natura gli ha donato. Dressino (venticinquenne finalista di Mondiale ed Europeo e tesserato con il CSCK fino al 2014) è un atleta che ha dovuto crescere nel tempo, con meno mezzi fisici, ma ottima tecnica ed energie mentali.
Come stanno in questi giorni?
In questi giorni stanno molto bene. Li vedo estremamente determinati. Trovo ci sia un’ottima coesione con gli altri componenti del K4, Nicola Ripamonti e Alberto Ricchetti.
Mauro Crenna e Giulio Dressino saranno sul K4 Azzurro con Nicola Ripamonti e Alberto Ricchetti I quattro vanno ad aggiungersi ai canoisti italiani già con il pass olimpico in tasca ovvero i velocisti Carlo Tacchini (qualificato nel C1 1000), Manfredi Rizza (K1 200), gli slalomisti Giovanni De Gennaro (K1 maschile) e Stefanie Horn (K1 femminile) e i paracanoisti Veronica Yoko Plebani, Federico Mancarella e Salvatore Ravalli, per un totale di undici atleti italiani.
Forza Azzurri! tifiamo per voi!

1 vote
on

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi