Interessante iniziativa de “il medico in cucina”

Si è conclusa con grande successo sia di pubblico che su facebook l’evento organizzato dalla Associazione Culturale”Le Rupi” de “Il Medico in Cucina”. Veri attori protagonisti sono stati il Dottor Marco Kogoj e lo chef Federico Mugnani. La particolarità delle serate è stata quella di abbinare il diabete agli antipasti, l’ipertensione arteriosa ai primi, le malattie cardiovascolari e le dislipidemie ai secondi e alimentazione e sport ai dolci. In pratica nelle quattro serata il dottore spiegava l’importanza della attività fisica a tutte le età, sempre con giusta moderazione, ma non per questo bisogna rinunciare ai piacere del palato, se i piatti sono preparati con ingredienti giusti e ricercati. Certo come ha affermato simpaticamente il medico sportivo dottor Kogoj, è tutta questione di equilibrio. Se si fa sport per bruciare calorie e si mangia un kg di pasta tutti gli sforzi sono stati vanificati è questione di giuste quantità e di mangiare prodotti di qualità. Il simpaticissimo e preparatissimo chef Federico Mugnani nella quattro serata ha presentato con degustazione per il pubblico, i primi piatti, gli antipasti , i secondi è per la delizia del palato i dolci, Tutti questi assaggi erano accompagnati da un sommelier molto esperto, che ha spiegato il vino di qualità non fa male anzi aiuta il cuore specie se è rosso. Il medico sportivo ha spiegato bene che diete troppo rigide, alla fine non servono, perché quando si abbandona di farla si ritorna come prima. Bisogna stare attenti alle quantità di sale, ai grassi, e agli zuccheri. Serata di alto spessore sia scientifico, che di apprendimento di ricette molto particolari che aiutano l’organismo a funzionare bene. Complimenti davvero a chi ha avuto l’idea di organizzare questo connubio tra medico e chef . Ora la mia proposta che faccio alla associazione “Le Rupi” e quella di fare una serata coinvolgendo sia lo chef che il medico ed il sommelier per stabilire una dieta facile da seguire per quelli e sono tanti che mangiano fuori casa, compreso gli adolescenti che purtroppo molti sono già in giovane età in sovrappeso.
Claudio Ferretti

0 votes
on

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi