L’intimo ecologico: il benessere passa anche dalla pelle

Esiste un modo per prendersi cura del proprio benessere, e persino della propria salute, attraverso ciò che indossiamo? La risposta è sempre più evidente: certo. Anzi, è davvero importante indossare materiali e tessuti che non provochino irritazione o allergie di varia natura. E molto più importante è utilizzare tessuti biocompatibili ed ecologici.

Negli ultimi anni abbiamo assistito, con l’avvento di abiti fabbricati e tinti con materiali di basso costo e di dubbia qualità, all’insorgere esponenziale di allergie, intolleranze e dermatiti. Nessuna meraviglia, quando a contatto con la pelle, lo strumento di comunicazione del nostro corpo con il mondo, mettiamo fibre chimiche o coloranti artificiali, che irritano e provocano infiammazioni. Da che  mondo e mondo, l’uomo ha utilizzato le piante fibrose anche per rivestirsi e coprirsi: pensiamo al cotone ed al lino, piante meravigliose che donano le loro molteplici virtù non solo per l’alimentazione o la cura, ma anche per la creazione di abiti. E’ facile dunque capire quanto sia importante un ritorno al naturale anche in questo senso.

Oggi conosciamo una piccola realtà toscana, di storia artigianale, che ha messo in commercio abbigliamento intimo naturale e compatibile con la pelle umana. Ho conosciuto H-earth su internet, e mi è piaciuta subito la filosofia di rispetto e gentilezza verso l’ambiente che è alla base della produzione. Qualche giorno fa, ho conosciuto telefonicamente Emiliano, che mi ha parlato della storia dell’azienda e di quello che si propone di fare.

“La fase produttiva dell’azienda H-earth dimostra un’assoluta attenzione al benessere della persona:  nella fase di tintoria viene effettuato solo un lavaggio con acqua ossigenata senza candeggianti, agenti antimicrobici o altre sostanze chimiche; la fibra d’amido non prende il colore e quindi, a differenza dell’intimo tradizionale a basso prezzo, il corpo è protetto dal colorante che rimane solo sulla fibra esterna e non a contatto con la pelle. Per questo motivo, i prodotti di H-earth sono ideali per chi non tollera i materiali sintetici e chi soffre di allergie. I tessuti sono testati dermatologicamente presso l’Università di Parma e sono garantiti ipoallergenici. Vengono utilizzate fibre di amido a contatto con la pelle e fibre di legno o di bambù all’esterno.

La fibra di amido arriva dalla Svizzera e nel magazzino dell’azienda H-earth viene trattato il filato che viene confezionato a Prato da personale italiano. H-earth è un’azienda a rifiuti zero, tutta la produzione è eco-sostenibile.

Abbiamo anche dei prodotti “curativi”, che stiamo cercando di introdurre nel mercato tramite il canale delle farmacie e delle parafarmacie, i quali sono in grado di intervenire quando si soffre di candidosi o di micosi. Dermaxell è un valido strumento naturale e non invasivo per il trattamento e la prevenzione delle vulviti micotiche e batteriche.  Un sottile strato di fibra di amido a contatto con la pelle funziona come una barriera proteggendo dagli agenti esterni aggressivi; inoltre aiuta a drenare l’umidità del corpo verso lo strato esterno, lasciando la pelle fresca e asciutta.”

In catalogo è possibile trovare anche indumenti intimi che, oltre a fornire protezione alla pelle, servono anche come erogatori di sostanze curative o ad azione cosmetica. Questo tipo di modelli contengono solo il principio attivo, che una volta inserito nelle fibre del tessuto, viene rilasciato e assorbito gradualmente grazie allo sfregamento con la pelle. Il processo è paragonabile ad una invisibile mano che nutre la pelle con i principi attivi naturali per tutto il giorno.

Vale la pena osservare che la tendenza degli ultimi tempi, per discorsi legati allo sfruttamento delle risorse naturali ed allo smaltimento delle stesse, è usare sempre di più materiali ecologici e compatibili con l’uomo e l’ambiente. Dunque l’interesse verso prodotti di questo tipo non è solo da parte di chi soffre di patologie o chi pratica sport: è importante che, in uno modo o nell’altro, chiunque di noi diventi consapevole di quello che mangia, beve, indossa o respira.

 

Irene Ferri

0 votes
on

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi